Stage e tirocini

Il tirocinio curricolare prevede complessivamente 14 CFU (350 ore), suddivise in 2 CFU di tirocinio interno (50 ore) e 12 CFU di tirocinio esterno (300 ore). Il tirocinio interno può avere inizio dal primo anno di corso. Il tirocinio esterno deve svolgersi di norma durante il terzo anno di corso. Il tirocinio interno si svolge presso le sedi dell’Università, oppure tramite attività di formazione a distanza, ed ha principalmente la funzione di preparare e accompagnare gli studenti nello svolgimento del tirocinio esterno. Il tirocinio esterno si svolge presso un’organizzazione esterna, che deve sottoscrivere o ha sottoscritto un’apposita convenzione con Roma Tre.

Il tirocinio interno si suddivide in tre attività.

  • Attività scientifico-culturali: partecipazione a convegni, seminari, conferenze et sim., selezionate dal Corso di studi: a partire dal primo anno di corso, per un totale di 14 ore.
  • Orientamento al lavoro educativo e alla scelta del tirocinio: a partire dal secondo anno di corso, per un totale di 8 ore.
  • Supervisione e attività di supporto allo svolgimento del tirocinio esterno: contemporaneamente al tirocinio esterno, per un totale di 28 ore.

Durante il primo anno di corso lo studente può svolgere le Attività scientifico-culturali (14 ore) attraverso:

Durante il secondo anno di corso deve essere svolto l’Orientamento (8 ore), preferibilmente a ridosso dell’inizio del tirocinio esterno, e normalmente durante l’ultima parte del secondo semestre del secondo anno di corso. Le  attività di orientamento, a cura del Prof. Postiglione,  sono disponibili all’indirizzo Link identifier #identifier__114415-4https://formonline.uniroma3.it/course/view.php?id=845    (chiave d’accesso: Platone). Gli studenti del secondo anno possono in ogni momento accedere, guardare le videopresentazioni e iniziare a lavorare all’autobiografia progetto. Tuttavia, si raccomanda di perfezionare l’autobiografia-progetto (soprattutto per la parte propriamente progettuale) e di svolgere il colloquio al momento in cui si deve concretamente operare la scelta della struttura, quindi a ridosso della stipula del progetto formativo su Gomp e del vero e proprio inizio del tirocinio esterno (a partire dal III anno).

Il tirocinio esterno si svolge durante il terzo anno di corso. Non è possibile avviare il tirocinio esterno senza aver prima svolto l’Orientamento. È caratterizzato da attività pratiche sul campo a scopo orientativo e formativo; è svolto di norma all’esterno dell’Università, in strutture dove si convenzionate con l’Università stessa. Il processo di convenzionamento e le formalità per l’avvio del tirocinio si svolgono sulla piattaforma di Ateneo Gomp. Lo studente deve essere seguito da un tutor esterno che per conto della struttura convenzionata seguirà le procedure previste dal sistema Gomp e da un tutor interno che effettuerà la Supervisione. A seconda delle caratteristiche delle organizzazioni di tirocinio e dei progetti formativi, il tirocinio interno per la parte della Supervisione può essere curato da uno Staff centrale, oppure da singoli docenti, che avranno offerto disponibilità. In ogni caso l’avvio del tirocinio su GOMP e la scelta del tutor interno avverranno dopo che saranno state svolte le 8 ore di orientamento. La documentazione dell’attività di tirocinio comprende il progetto formativo e la relazione finale. E’ prevista la definizione di un ulteriore documento di monitoraggio, la cui elaborazione sarà concordata con il docente tutor interno. Al termine dell’esperienza del tirocinio esterno, lo studente dovrà elaborare un’accurata relazione finale.

Gli studenti iscritti al terzo anno che stanno concludendo il tirocinio esterno potranno caricare gli attestati delle 14 ore di attività scientifico culturali su formonline nella sezione Link identifier #identifier__197112-5Tirocinio EDUFORM – consegna documentazione 14 ore attività scientifico culturali  nei seguenti periodi:

laureandi di dicembre: 01 – 30 settembre 

laureandi di marzo: 01 dicembre – 15 gennaio

laureandi di luglio: 01 aprile – 15 maggio.

Gli studenti, oltre a caricare gli attestati in piattaforma, dovranno assicurarsi, una volta concluso il Tirocinio esterno, che la struttura ospitante abbia chiuso il progetto formativo su GOMP. Solo dopo aver concluso questa procedura il docente tutor potrà verbalizzare i 14 CFU di Tirocinio interno ed esterno, comprensivi delle attività di orientamento e supervisione.

Il Consiglio di Corso di Studio nomina la Commissione Tirocinio, composta da docenti, dal personale della Segreteria Didattica e del Servizio Tirocinio.

Valutazione attività lavorativa/attività extrauniversitarie come tirocinio esterno

Per gli studenti che svolgono un’attività lavorativa certificata, attinente agli obiettivi formativi del corso, o un’attività extrauniversitaria (es. Servizio civile) è possibile chiedere il riconoscimento in sostituzione del Tirocinio, attenendosi al Link identifier #identifier__10333-6Regolamento Tirocinio e riconoscimento attività extrauniversitarie – all. 2 – Riconoscimento attività extrauniversitarie. Il riconoscimento delle attività, in corso o pregressa, in luogo del tirocinio esterno, viene concesso sulla base di una valutazione della Commissione tirocinio del Cds. Lo studente dovrà comunque svolgere integralmente il tirocinio interno e redigere una relazione.

Per lo schema della relazione  lo studente deve rivolgersi al Prof. Postiglione con il quale può completare anche le ore di tirocinio interno e l’orientamento, il punto di riferimento è il corso su Link identifier #identifier__169273-7formonline dedicato al tirocinio Eduform  (chiave d’accesso: Platone).

La documentazione relativa al riconoscimento dell’attività lavorativa o del servizio civile deve essere presentata tramite GOMP utilizzando la funzione “Riconoscimento crediti” nei seguenti periodi:

1 – 30 settembre
1 dicembre – 15 gennaio
1 aprile – 15 maggio

È necessario presentare:

  • richiesta di riconoscimento con tutti i dati dello studente (oltre ai dati personali deve essere indicato: il curriculum e l’anno di corso;
  • relazione sull’attività lavorativa svolta o che si sta svolgendo;
  • dichiarazione del responsabile di lavoro (per questo ultimo è necessario che la valutazione sia fatta su carta intestata, firmata in originale e timbrata dalla struttura) che attesti il numero di ore lavorate (non deve essere indicato il periodo o la durata del contratto ma precisamente il numero delle ore effettivamente lavorate perché su queste viene effettuato il conteggio). I dipendenti pubblici possono presentare un’autocertificazione.

Vai alla pagina del  Link identifier #identifier__125153-8Servizio per il Tirocinio

Link identifier #identifier__175150-9Link identifier #identifier__26817-10Link identifier #identifier__182833-11Link identifier #identifier__103088-12
Isabella Falcetti 10 Novembre 2020