Presentazione

cortile dipartimentoIl Dipartimento di Scienze della Formazione dell’Università degli Studi Roma Tre a partire dal 2013 sostituisce la precedente Facoltà, istituita nell’anno accademico 1996/1997, conservandone il nome, e con l’unificazione delle strutture deputate allo svolgimento della didattica e della ricerca, così come previsto dalla Legge n. 240/2010, riveste oggi particolare rilievo per l’area degli studi nel campo dell’educazione. Il Dipartimento di Scienze della Formazione (DSF) rappresenta anche la prosecuzione, completamente rivisitata, della Facoltà di Magistero, nata nel lontano 1934.

I Link identifier #identifier__53680-1percorsi formativi oggi proposti, a partire da una pluralità di prospettive conoscitive, sono orientati alle scienze pedagogiche e dell’educazione, ma sono, allo stesso tempo, saldamente ancorati anche alla sfera delle discipline umane e sociali. A partire dai primi decenni del Novecento, infatti, lo sviluppo delle discipline pedagogiche ha comportato una serie di significative trasformazioni delle procedure metodologiche e delle ipotesi interpretative di un campo di studi e di ricerche sempre più sollecitato dall’irrompere di nuove questioni sociali, dall’alfabetizzazione di massa all’intercultura, dal ruolo della formazione – dentro e fuori i circuiti scolastici – al tema delle pari opportunità, dalle nuove tecnologie alle questioni di genere. L’universo delle scienze dell’educazione è stato inoltre caratterizzato da un nuovo rigore teorico-procedurale, epistemologico, che ha investito le sue diverse fisionomie (da quella teoretica a quella storica, da quella empirico-sperimentale a quella comparativa) in una prospettiva fortemente connotata in senso interdisciplinare.

L’apporto delle scienze umane e sociali – si pensi ai saperi sociologici, psicologici, antropologici, filosofici, storici, linguistici, artistici e giuridici – si è rivelato non solo insostituibile ma addirittura intrinsecamente connesso alla ricerca educativa come fondamento conoscitivo ineludibile in una prospettiva capace di cogliere la complessità dei fenomeni formativi.

L’ampia presenza di queste Link identifier #identifier__23451-2aree di ricerca nei percorsi formativi proposti dal Dipartimento di Scienze della Formazione rappresenta una testimonianza della consapevolezza di un’apertura interdisciplinare coerente ed articolata. Si tratta di prospettive di studio e di ricerca che richiedono particolare interesse e sensibilità verso discipline orientate alla conoscenza della realtà sociale nella prospettiva delle scienze dell’educazione e, più in generale, delle scienze umane. Come per altri ambiti, le competenze linguistiche e informatiche rappresentano abilità di base ormai imprescindibili.

Dato l’attuale contesto storico caratterizzato da mutamenti del quadro normativo relativo ai processi di formazione formale, non formale, scolastica, extra-scolastica ed universitaria, e data l’urgenza di creare davvero uno spazio comune europeo della formazione e della ricerca, intende sviluppare itinerari di studio e di ricerca che possano contribuire a formare figure professionali capaci di agire nel campo della formazione, dell’educazione e del servizio sociale, nei servizi per l’infanzia, nella scuola, nei servizi, nel terzo settore, nell’impresa. Il Dipartimento, inoltre, vuole rivolgersi a quanti desiderano confrontarsi, nello studio e nel futuro professionale, con le nuove domande educative presenti nella società contemporanea: dalla formazione degli insegnanti alla dimensione interculturale, dalla formazione in età adulta alla formazione continua, dall’ambito dei servizi socio-educativi all’analisi delle più generali dimensioni sociali della realtà di oggi. La dimensione mondiale dei fenomeni culturali e formativi è un dato costitutivo della società contemporanea e su di essa è necessario sviluppare ricerche che consentano di approfondirne i diversi percorsi teorici, storici e comparativi in una prospettiva formativa internazionale.

I recenti cambiamenti normativi (Decreto Legislativo 13 aprile 2017, n. 65 e Legge 205/2017 commi 594-601) hanno ridefinito i termini della qualificazione universitaria delle figure professionali impegnate nel campo dell’educazione (educatore di nodo e dei servizi per l’infanzia, educatore professionale socio-pedagogico, pedagogista) e, sulla base di questi cambiamenti, il Dipartimento ha provveduto a riorganizzare la propria offerta formativa.

I corsi di laurea, e le classi che li comprendono, presenti nel Dipartimento di Scienze della Formazione sono i seguenti:

Lauree triennali

  • L 19 Scienze dell’educazione per Educatori e Formatori
  • L 19 Scienze dell’educazione (modalità prevalentemente a distanza)
  • L 19 Educatori di nido e dei servizi per l’infanzia
  • L 39-40 Servizio sociale e sociologia (interclasse)

Lauree magistrali

  • LM 50-87 Coordinatore dei servizi educativi e dei servizi sociali (interclasse)
  • LM 85-57 Scienze pedagogiche e Scienze dell’educazione degli adulti e formazione continua (interclasse)

Laurea magistrale a ciclo unico

  • LM 85 bis Scienze della Formazione Primaria (durata quinquennale e a numero programmato nazionale con prova di accesso)

Ogni corso di laurea ha un proprio coordinatore. Il Direttore del Dipartimento di Scienze della Formazione e i Coordinatori dei corsi di laurea operano in costante contatto con gli studenti al fine di costruire insieme una progettualità formativa in sintonia con le esigenze reali delle iscritte e degli iscritti ai corsi di studio in vista di ben definiti obiettivi formativi. Il coinvolgimento attivo degli studenti nella vita del Dipartimento è garantito anche dall’attività della Link identifier #identifier__176219-3Commissione paritetica studenti-docenti e dal costante confronto con i rappresentanti degli studenti.

Per l’a.a. 2019-2020 il Dipartimento ha attivato i Corsi per il conseguimento della specializzazione per le attività di sostegno didattico agli alunni con disabilità della scuola dell’infanzia, primaria, secondaria di I e II grado. Il Dipartimento di Scienze della Formazione ha anche attivato per un triennio, come previsto dalla Legge 205/2017 comma 597, il Corso intensivo di formazione per l’acquisizione della qualifica di “Educatore professionale socio-pedagogico”, per complessivi 60 CFU, rivolto a coloro che sono in possesso dei requisiti previsti dalla Legge stessa. Il Dipartimento attiverà, inoltre, a partire dall’a.a. 2020/2021 il Corso di specializzazione annuale in Educatore dei servizi educativi per l’infanzia riservato ai laureati in Scienze della Formazione Primaria.

L’Università di Roma Tre, con una significativa partecipazione del Dipartimento di Scienze della Formazione, ha attivato il Link identifier #identifier__25346-4Percorso Formativo di 24 CFU in attuazione de D.M. 616/2017.

Un’ampia proposta nel campo della formazione Link identifier #identifier__58078-5post lauream (Corsi di perfezionamento, Master di I e II livello, Dottorati di ricerca e corsi singoli) completa e arricchisce l’offerta scientifica e didattica del Dipartimento.

Le proposte didattiche del Dipartimento sono arricchite anche con attività di tirocinio interno, basato su attività guidate svolte nell’ambito del DSF, e di tirocinio esterno, caratterizzato da attività condotte sul campo a scopo orientativo e formativo da realizzare come forma di esercizio concreto del rapporto formazione-lavoro, che rappresentano due dimensioni molto rilevanti e innovative degli itinerari formativi proposti.

La sede in cui si svolgono le attività rivolte agli studenti è il polo didattico di via Principe Amedeo 182/B, una struttura dotata di ampi spazi nella quale sono collocati anche i servizi di sostegno alla didattica e la Piazza telematica con 100 postazioni multimediali collegate a internet. La qualità degli spazi e della vita quotidiana rappresenta indubbiamente una premessa importante per poter pensare al Dipartimento non solo come ad un luogo di formazione, ma anche di comunicazione, di relazione, di condivisione di esperienze di studio e di vita. In questo senso, si vuole ulteriormente sviluppare una prospettiva, per altro già presente nell’attuale realtà, orientata ad abbattere ogni barriera fisica e simbolica che possa ostacolare la conoscenza, il confronto e lo scambio di opinioni e punti di vista fra studenti e docenti.

Il Dipartimento di Scienze della Formazione contestualmente all’ampia offerta formativa offre una molteplicità di servizi finalizzati a migliorare la qualità dello studio e della vita universitaria degli studenti. Va sottolineata a tale proposito la fondamentale funzione svolta dalla Biblioteca di area di Scienze della Formazione “Angelo Broccoli”. A breve la Biblioteca potrà nuovamente disporre dei suoi spazi completamente ristrutturati mettendo a disposizione di studenti e studiosi numerose e spaziose aule studio.

Presso il Dipartimento è inoltre attivo l’Link identifier #identifier__179259-6Ufficio Erasmus, che intende potenziare la mobilità degli studenti verso le università straniere ed accogliere gli studenti stranieri; il Servizio per l’orientamento degli studenti e il Servizio di tutorato specializzato per gli studenti in situazione di disabilità. Sono attivi, inoltre, il Servizio per il Tirocinio, che guida, orienta e organizza le esperienze degli studenti nel loro percorso di apprendimento in situazione e il Servizio per il tutorato degli studenti, articolato in base a differenti necessità.

Nella sede di Piazza della Repubblica, 10 è collocato il Museo della Scuola e dell’Educazione “Mauro Laeng”, una preziosa istituzione che conserva un importante patrimonio documentario, librario, fotografico e oggettistico sulla storia della scuola italiana dalla seconda metà dell’Ottocento ad oggi. Questo patrimonio è stato di recente ordinato sulla base di una catalogazione informatica. Il Museo inoltre ospita e promuove iniziative didattiche e scientifiche.

 

 

Link identifier #identifier__194229-7Link identifier #identifier__52994-8Link identifier #identifier__73439-9Link identifier #identifier__103113-10
FRANCESCO AGRUSTI 21 Febbraio 2020