Storytelling: contesti e pratiche riflessive di comunità

Master I livello a.a. 2023/2024

Link identifier #identifier__159849-1Regolamento

Il Corso di Studio in breve

Il Master prevede insegnamenti teorici e operativi su metodologie e tecniche specifiche delle scienze dell’educazione in grado di mettere in evidenza il ruolo comunicativo, terapeutico ed educativo della pedagogia della narrazione. A tal fine, le attività del corso promuovono la specializzazione di educatori, pedagogisti, insegnanti, psicologi, assistenti e mediatori sociali, operatori del volontariato e dell’associazionismo attivi in situazioni di disagio e operanti in aree marginali, giornalisti, esperti di editoria, creativi nel settore artistico e gestionale, operatori di cinema e di teatro, organizzatori di eventi sociali, culturali e di progetti istituzionali, esperti di nuovi media interessati a didattiche innovative, operatori nel campo delle politiche ambientali, dello sviluppo sostenibile e della biodiversità. Il corso è svolto nella modalità didattica blended, ovvero in parte in presenza avvalendosi di docenti ed esperti del settore e prevalentemente a distanza attraverso la piattaforma Moodle e-learning.

Obiettivi formativi specifici del Corso

Analizzare compiutamente concetti e tecniche dello storytelling inteso come metodologia di narrazione determinante nell’uso riflessivo delle esperienze, nella costruzione di significati condivisi, nel miglioramento dei processi di apprendimento. Individuare gli strumenti e utilizzare competenze utili per progettare iniziative ed eventi culturali di narrazione individuale e collettiva. Sviluppare una clinica della formazione che nelle situazioni di disabilità, disagio, marginalità, consideri gli approcci della Pedagogia Narrativa, della Didattica Inclusiva, della NBM (Narrative Based Medicine), della Psicologia. Consolidare le capacità di ascolto e di attenzione alle narrazioni altrui, sapendo cogliere il punto di vista dell’altro, le sue motivazioni e le sue esperienze. Acquisire ed essere in grado di usare gli strumenti di lettura critica dei fenomeni e dei temi legati alle problematiche della comunicazione, al patrimonio ambientale e allo sviluppo sostenibile. Interagire con enti istituzionali, pubblici e privati, per lo sviluppo di sistemi educativi inclusivi. Promuovere la narrazione e il suo uso ai fini dell’educazione al rispetto dell’ambiente e ad un consumo consapevole per favorire un miglioramento degli stili di vita. Approfondire il go-telling per favorire la promozione della conoscenza del patrimonio culturale materiale e immateriale di aree poco note e periferiche in Italia e nel mondo.

Sbocchi occupazionali e professionali previsti per i laureati

Attraverso attività formative basate su metodologie e tecniche specifiche della narrazione e della riflessione in azione, il Corso promuove una specializzazione e/o una riqualificazione professionale nei settori culturali, didattici e pedagogici e in particolare nei seguenti ambiti: artistico e gestionale, giornalistico-editoriale e della comunicazione multimediale, socio-psico-pedagogico, educativo, del volontariato, e dell’associazionismo a favore del disagio e della marginalità. A conclusione delle attività i corsisti dovranno conoscere le principali tecniche, metodologie e contesti delle narrazioni e saranno in grado di mettere in pratica la riflessione sul rapporto tra narrazione-linguaggio-emozione e l’uso dello storytelling come strumento formativo e di orientamento valido in qualunque ambito lavorativo.

Link identifier #identifier__22208-1Link identifier #identifier__123343-2Link identifier #identifier__27058-3Link identifier #identifier__183734-4