Umani e digitali, giovani generazioni, educatori di prossimità. I nuovi luoghi dell’educazione

image 150668Il Master Umani e digitali, giovani generazioni, educatori di prossimità. I nuovi luoghi dell’educazione è pensato per permettere allo studente di entrare in quei luoghi dell’educazione presso i quali si avvertono il fragore del silenzio e dell’assenza dell’adulto; in altre parole, è pensato per permettere di abitare quei luoghi che vedono una grande presenza di bambini, preadolescenti e adolescenti, ma in questo momento vedono anche adulti che sembrano aver delegato o abdicato al loro ruolo educativo. Il virtuale, i sociali network, l’internet costituiscono il primo; le realtà e i fenomeni dei quali la Cooperazione Internazionale si occupa costituiscono i territori del secondo; i nuovi centri di aggregazione giovanile costituiscono il terzo.

Il Master propone, a profili professionali che abbiano un ruolo educativo con bambini, preadolescenti, adolescenti, contenuti e attività laboratoriali ed esperienziali. Da una parte, verranno presentati saperi che propongono, in termini pedagogici che si ispirano all’educazione di prossimità, approcci, strategie, metodi, strumenti di lavoro; verranno presentate informazioni che permetteranno di conoscere le opportunità di lavoro esistenti nella Cooperazione Internazionale, presso istituzioni pubbliche e agenzie impegnate nella protezione di bambini e minori, per conoscerne le attività, le disponibilità di lavoro, i progetti per il futuro. Dall’altra, il tirocinio permetterà di vivere direttamente i rapporti con le tecnologie digitali (per esempio, sarà utilizzato un casco per la realtà virtuale), di osservare, leggere, riflettere sulle dinamiche presenti nei nuovi luoghi di aggregazione giovanile (per esempio, saranno mostrate e apprese le tecniche di aggancio e di presa in carico dell’adolescente a rischio).

Il master propone, dunque, la figura dell’educatore nell’infosfera, di un educatore capace di operare negli spazi di incontro, relazione, scambio, formazione in cui oggi gli individui costruiscono la propria identità, definiscono le loro scelte di vita oltre la dicotomia analogico / digitale, considerano la loro quotidianità onlife. Saranno approfonditi temi come l’evoluzione di social e mondi multiplayer in spazi immersivi, metaversi, realizzati con realtà virtuale e aumentata, valorizzando il ruolo dell’educazione come motore dei diritti della persona titolare di cittadinanza digitale e della sua libertà.

Il master si propone, poi, di formare professionisti che riconoscano il valore delle Child Safeguarding Policies, che ambiscano a lavorare nel settore della Cooperazione Internazionale, nelle Organizzazioni Internazionali, presso le Organizzazioni Non Governative, con un duplice impegno, nella cooperazione internazionale allo sviluppo, nella tutela e nella protezione minori.

Il Master, infine, si pone l’obiettivo di formare professionisti capaci di incontrare una popolazione giovanile di invisibili che vivono situazioni a volte devastanti, a volte vere emergenze permanenti, spesso in grado di negare un futuro. Si tratta di preadolescenti e adolescenti che sfuggono all’attenzione di istituzioni civili, circuiti familiari, scolastici, lavorativi, psicoterapeutici, possono essere destinatari di procedimenti penali, fanno esperienza di un malessere nascosto, democraticamente provengono da nuclei familiari benestanti e non.

In breve, il Master Umani e digitali, giovani generazioni, educatori di prossimità. I nuovi luoghi dell’educazione è pensato per proporre nuove azioni e nuovi obiettivi possibili per rispettare l’idea di cura educativa.

Obiettivi principali

  • Acquisire saperi e competenze tecniche che permettano di incontrare e agganciare una popolazione giovanile che vive situazioni di disagio e nuove forme di devianza.
  • Acquisire saperi e competenze metodologiche e tecniche che permettano di agire con una progettazione educativa sostenibile impegnata per un modello di cittadinanza onlife, che conosca senso dell’umano, usabilità del digitale, sostenibilità di sé.
  • Acquisire saperi e competenze tecniche che permettano di garantire un sistema di tutela e protezione dei minori secondo standard riconosciuti a livello internazionale.

Punti di forza del Master

  • Contenuti scelti sulla base di una intensa esperienza professionale, operativa, metodologica.
  • Profonda integrazione fra tirocinio, pratica laboratoriale, attività d’aula.
  • Fasi sperimentali e di tirocinio centrate su azioni specifiche; per esempio, saranno apprese le tecniche di aggancio e di presa in carico dell’adolescente a rischio: come si intercetta la realtà giovanile, come la si prende in carico agendo in modo differenziato a seconda dei suoi interessi – attività ludiche e ricreative, dipendenze, forme di compulsività (cibo, shopping, gioco d’azzardo, ecc.), situazioni di sofferenza (in famiglia, con la legge, con la salute psicofisica, con il gruppo dei pari) – come si agisce per invertire percorsi di marginalità e dare risposte effettive. Inoltre, saranno utilizzati strumenti digitali diversi e complessi – uno, fra gli altri, è il casco per la realtà virtuale – per osservare psicotecnologie ludiche, tecnologie trasformative, esperienze immersive, cyberterapia, comparsa dell’inconscio collettivo digitale, rischi e pregi della vita digitale quotidiana.
  • Attenzione al lavoro di prossimità, alla cura educativa, alle loro ragioni, alle loro azioni, all’identificazione e alla mitigazione del rischio di abuso, al maltrattamento e allo sfruttamento, al rapporto tra etica e realtà virtuale, Intelligenza Artificiale, realtà aumentata, infosfera.
  • Attenzione al lavoro di rete e alle ragioni dell’indispensabile coinvolgimento delle seguenti istituzioni presenti nei diversi e specifici territori: servizi sociali per minori; TSRMEE (Tutela Salute Mentale e Riabilitazione Età Evolutiva); forze dell’ordine, Istituti scolastici; attori del terzo settore (per esempio, organizzazioni del volontariato, associazioni culturali, agenzie del no-profit, case-famiglia per adolescenti, associazioni che si occupano della messa alla prova).
  • Promozione di nuove azioni imprenditoriali.

Informazioni e recapiti

Direttore del Master professore Vincenzo Antonio Piccione
E-mail vincenzo.piccione@uniroma3.it
Sede del Master Dipartimento di Scienze della Formazione – via del Castro Pretorio, 20 – 00185 Roma
Per informazioni Per porre domande e ricevere informazioni supplementari, sarà possibile interagire direttamente con il professore direttore del master, nell’aula virtuale Link identifier #identifier__30400-1teams.com/link, di martedì, dalle 10.00 alle 12.00, dal 1° settembre al 13 dicembre 2022.

 

A.A. 2022-2023

Il Master ammette l’inscrizione di dipendenti pubblici nell’ambito dell’iniziativa “PA 110 e Lode”.

Link identifier #identifier__86665-2Regolamento del Master

Scadenza invio Domande di Ammissione: 15 gennaio 2023. La scadenza è posticipata al 31 gennaio 2023
Scadenza Iscrizioni: 31 gennaio 2023. La scadenza è posticipata al 15 febbraio 2023

Per l’invio delle Domande di Ammissione occorre preventivamente Link identifier #identifier__89010-3registrarsi sul Portale dello Studente e successivamente seguire quanto riportato nella pagina dedicata alle Link identifier #identifier__163417-4procedure per l’invio delle Domande di Ammissione.

Segnalazioni e richieste relative alle procedure amministrative del Master (difficoltà nelle procedure di iscrizione, pagamenti, ritiro del diploma) devono essere effettuate online tramite il servizio di Helpdesk Link identifier #identifier__184128-3https://help.uniroma3.it/ selezionando: Ufficio Esami di Stato e Corsi Post Lauream.

Link identifier #identifier__22445-3Link identifier #identifier__80703-4Link identifier #identifier__153899-5Link identifier #identifier__30065-6
Maddalena Capobianco 16 Gennaio 2023